Si è aperto come meglio non avrebbe potuto il 54° Giro del Friuli Venezia Giulia per la Zalf Euromobil Désirée Fior che già nella prima frazione è riuscita ad azzeccare la fuga vincente e ad aggiudicarsi il successo di tappa e la maglia di leader della classifica generale sul traguardo di Spilimbergo (Pn).

Dopo una trentina di chilometri a prendere il largo è stata, infatti, un’azione tentata da 14 atleti di cui facevano parte due alfieri della Zalf Euromobil Désirée Fior, Alberto Dainese e Nicola Breda. La fuga di giornata ha raggiunto un vantaggio massimo di cinque minuti sul gruppo e ha visto i battistrada presentarsi all’ultimo chilometro di comune accordo mantenendo ancora più di tre minuti sul resto del gruppo.

Il finale di tappa si è deciso con uno sprint a ranghi ristretti nel quale Alberto Dainese ha avuto nettamente la meglio sui compagni d’avventura ed è andato così a cogliere la sua settima affermazione stagionale e a vestire la maglia di leader provvisorio della classifica generale. Buono anche il nono posto centrato da Nicola Breda.

“Sapevamo che oggi sarebbe stata una tappa imprevedibile e per questo abbiamo corso con molta attenzione. Quando abbiamo visto che la fuga prendeva il largo ci siamo concentrati sul successo di tappa e, grazie anche al lavoro di Nicola Breda, non ho avuto problemi nella volata finale” ha spiegato dopo il traguardo Alberto Dainese, già vincitore della frazione del Giro d’Italia che si era conclusa a Valdobbiadene. “Domani, l’arrivo sul Matajur sarà proibitivo per le mie caratteristiche: cercherò di restituire il favore a Nicola che ora è ben posizionato in classifica e di preservare energie preziose in vista dell’ultima tappa in programma sabato con arrivo a Gorizia”.

1) Alberto Dainese (Zalf Euromobil Désirée Fior) Km. 166 km in 3h28’55”, media 47,3 km/h 2) Jalel Duranti (Petroli), stesso tempo 3) Yuri Colonna (Petroli), st 4) Dmitrij Sokolov (Lokosphink), st 5) Rasmus Iversen (General Store Bottoli), st 6) Robin Froidevaux (Akros), st 7) Flavio Tasca (Work Service), st 8) Tadej Pogakar (Ljubiana), st 9) Nicola Breda (Zalf), st 10) Andrea Di Renzo (Porto Sant’Elpidio)