Qualcuno ricordando Eddy Merckx, belga come lui, ha gia’ iniziato a chiamare il diciottenne Remco Evenepoel “cannibale” (nella foto Roberto Fruzzetti). Dopo aver lasciato il calcio e’ arrivato al ciclismo vincendo il titolo Europeo in linea ed a cronometro, quindi due gare a tappe e conquistando il primo posto nella classifica UCI di rendimento.

E’ arrivato al Giro della Lunigiana, ed ieri ha vinto subito perdendo poi la cronometro per un centesimo di secondo. Oggi nella tappa da Bocca di Magra a Fiumaretta ha dato spettacolo, trascinando un drappello di otto corridori con due connazionali altrettanti forti, due tedeschi, il ceco Vacek, primo nella crono di ieri, ed i due bravi italiani, il friulano Frigo ed il veneto Carpene.

Non contento Evenepoel a due Km dal traguardo ha allungato andando a cogliere il successo e naturalmente rafforzando la sua posizione di leader indiscusso della gara, con i due compagni di squadra ai posti d’onore nella classifica generale. La tappa odierna ha visto il gruppo compatto fino alla salita di Vezzano Ligure (Km 32). Al culmine e’ transitato per primo il tedesco Mayrhofer con una dozzina di atleti che guadagnavano la testa della corsa.

Lungo la discesa altri rientri e sulla testa si formava un gruppo di 36 unita’ (i primi della classifica quasi tutti presenti ad iniziare dal leader il belga Evenepoel) che transitava al Km 50 di gara con 45″ sul gruppo. Al Km 73 la salita di Montemarcello lungo la quale la maglia verde del capoclassifica scandiva il ritmo e gli inseguitori erano a 1’20”. Dopo la salita restavano in otto, quindi Evenepoel innestava il turbo e coglieva il nuovo successo.

LA TAPPA DI DOMANI: E’ l’importante novita’ del “Lunigiana 2018”. Partenza (ore 13,30) da Massa ed arrivo nella piccola frazione di Casette, 378 metri di altitudine nel Comune di Massa da cui dista circa 5 Km. Un vero e proprio tappone, con tre passaggi dalla salita della Foce di Carrara, e l’ascesa finale da mozzare il fiato con l’ultimo chilometro la cui pendenza media e’ del 18 per cento e punte del 22 per cento.

ORDINE D’ARRIVO:
1. Remco Evenepoel (Belgio) km 100,2 in 2h19’29”
2. Samuele Carpene (Veneto) a 12″
3. Marius Mayrhofer (Germania)
4. Marco Frigo (Friuli Venezia Giulia)
5. Karel Vacek (Rep. Ceca)
6. Xandres Vervloesem (Belgio)
7. Ilan Van Wilder (Belgio)
8. Jacob Geβner (Germania)
9. Andrea Cantoni (Emilia Romagna) a 2’05”
10. Lev Gonov (Russia) a 2’09″

CLASSIFICA GENERALE:
1. Remco Evenepoel (Belgio) 4h00’40”
2. Ilan Van Wilder (Belgio) a 48″
3. Xandres Vervloesem (Belgio) a 59″
4. Marius Mayrhofer (Germania) a 1’00”
5. Jacob Geβner (Germania) a 1’01
6. Marco Frigo (Friuli Venezia Giulia) a 1’03”
7. Samuele Carpene (Veneto) a 1’14”
8. Karel Vacek (Rep. Ceca) a 2’27”
9. Lec Gonov (Russia) a 3’02”
10. Giosuè Crescioli (Toscana) 3’06”