175km vince Filippo Zana, secondo Colleoni

174km scatto deciso di Zana, inizia il muro

173km attacco di Zana, non guadagna molto ma continua a spingere. Su di lui si porta Sobrero

172km sedici uomini al comando, gruppo ad appena 20 secondi

170km cinque km alla conclusione, inizia la salita

165km si va infoltendo il gruppo degli uomini al comando

163km raggiunto Di Felice, sei uomini nuovamente al comando

162km Di Felice solitario al comando

160km Di Felice primo sul muro

152km questi sono i battistrada 2 Bayembayev (Astana), 53 Fabio Mazzucco (Sangemini Trevigiani, 78 Riccardo Verza (Zalf Euromobil Desiree Fior), 93 Francesco Di Felice (General Store), 7 Tikhonin (Nazionale Russa) e 99 Alessandro Monaco (Casillo Maserati)

150km sei atleti leggermente avvantaggiati

145km ultimo passaggio dal monumento Casartelli

138km gruppo compatto

125km All’inizio dell’ascesa verso Capodarco il gruppo ha un ritardo di 1’15”.

120km resta solo al comandino Nicola Vecchiarutti, ma il gruppo è in avvicinamento

110km ricordiamo i quattro uomini al comando 56 Matteo Zandomeneghi (Iseo Rime Carnovali),  68 Nicola Venchiarutti (Cycling Team Friuli), 166 Stefano Baffi (Cycling Development Guerciotti), 70 Matteo Donegà (Cycling Team Friuli).

109km altro passaggio da Capodarco, 70km alla conclusione, dagli uomini al comando ha perso contatto Ansaloni. Gruppo a 2 minuti dai battistrada

100km Primi 100 chilometri superati dai cinque fuggitivi. Ritardo gruppo è di 4’10”

82km A 10 km. dal passaggio a Capodarco, al km. 82, il ritardo del n. 106 Davide Scandiuzzi è di 3’30”. I fuggitivi sono a 7 km. dal passaggio al GPM di Capodarco. Media dopo 2 ore di gara, 42,500 km/h

75km Siamo al GPM di Capodarco, 6 giri al termine. Ore 15,17. Ad un km. dal GPM il n. 106 Davide Scandiuzzi ha un ritardo di 2’12”

70km restano in 5 al comando. 56 Matteo Zandomeneghi (Iseo Rime Carnovali),  68 Nicola Venchiarutti (Cycling Team Friuli), 145 Ansaloni Emanuele (Inemiliaromagna), 166 Stefano Baffi (Cycling Development Guerciotti), 70 Matteo Donegà (Cycling Team Friuli).

53km imminente il primo passaggio da Capodarco

52km i primi due inseguitori sono Rubens Rosini e Nikita Martynov che inseguono a 2’10”

50km sale ad oltre 7 minuti il ritardo del gruppo

35km gruppo che insegue i sette uomini al comando con un ritardo di oltre due minuti

30km i corridori rientrati su Donegà sono Matteo Zandomeneghi dell’Iseo Rime Carnovali, Nicola Venchiarutti del Cycling Team Friuli, Simone Innocenti della Gallina Colosio Eurofeed, Davide Scandiuzzi del Northwave Cofiloc, Emanuele Ansaloni dell’Inemiliaromagna e Stefano Baffi del Cycling Development Guerciotti. Al loro inseguimento si porta Rubens Rosini del Futura Team Rosini.

25km su Donegà si portano in 6, gruppo che perde terreno

13:50 primo attacco di giornata, è un portacolori del Team Friuli Matteo Donegà

13:41 a causa della forte andatura il gruppo si spezza in due tronconi

13:40 gruppo compatto dopo i primi chilometri

13:30 partenza ufficiale, adesso la gara si sposta nella zona di Porto San Giorgio per i giri iniziali pianeggianti

13:20 la carovana lascia il Monumento Casartelli per dirigersi verso il chilometro zero

Buongiorno a tutti gli appassionati di ciclismo, alle 13:30 prenderà il via l’edizione 2019 del Gp Comunità di Capodarco. Seguitela con noi